Ed è subito Halloween

La nuova immagine catturata dal telescopio spaziale Nasa / Esa Hubble. Sono visibili le due galassie in collisione che formano una struttura ad anello, il sistema Arp-Madore 2026-424, che ricorda un volto spettrale. L’osservazione, compiuta con l’Advanced Camera for Surveys, risale al 19 giugno 2019. Crediti: Nasa, Esa J. Dalcanton, B.F. Williams, e M. Durbin (Università di Washington)

Guardate bene l’immagine qui a fianco – magari cliccandola per ingrandirla. Occhi sbrilluccicanti, uno dei quali abnorme rispetto all’altro, bocca spalancata, zigomi scavati e un’ampia fronte: non vi ricorda forse il volto  spettrale di una inquietante creatura aliena? Questo spaventoso oggetto cosmico è in realtà il risultato di una titanica collisione frontale tra due galassie immortalata dalla Advanced Camera for Surveys dello Hubble space telescope.

L’istantanea, rilasciata dal team di Hubble ieri, giusto in tempo per celebrare la incombente festa di Halloween, è stata scattata il 19 giugno 2019. Nella “impressionante” immagine, ogni “occhio” è il nucleo luminoso di uno dei due membri di una coppia di galassie in collisione l’una con l’altra. Il contorno del viso è un anello di giovani stelle blu. Al naso e alla bocca danno forma, invece, altri gruppi di nuove stelle. Uno scontro violento, questo immortalato da Hubble, che conferisce al sistema una struttura ad anello, anche se per un “breve” lasso di tempo: circa 100 milioni di anni. Le due galassie, infatti, alla fine si fonderanno completamente, in circa 1-2 miliardi di anni, nascondendo il loro  disordinato passato.

Sebbene le collisioni galattiche siano comuni – sopratutto nell’universo primordiale – la maggior parte di esse non avvengono frontalmente come quella che probabilmente ha creato il sistema galattico ad anello che vedete: una struttura galattica situata a 704 milioni di anni luce di distanza da noi, nella costellazione del Microscopio, riportata nel catalogo Arp-Madore “delle Associazioni e delle Galassie Peculiari del Sud” sotto il nome di Arp-Madore 2026-424.

Hubble ha osservato questo sistema unico come parte di un programma di osservazioni “snapshot”: osservazioni effettuate durante intervalli osservativi del telescopio inutilizzabili dai programmi principali.

Gli astronomi intendono sfruttare questo tipo di osservazioni per dare un’occhiata da vicino a molte altre galassie insolite che interagiscono tra loro. L’obiettivo è quello di creare un catalogo di galassie vicine interagenti che possa fornire indicazioni su come queste si  evolvono nel tempo dopo la fusione. Analizzando queste osservazioni dettagliate di Hubble, inoltre, gli astronomi saranno in grado di decidere quali sistemi galattici possano costituire i principali bersagli  delle future osservazioni del James Webb Space Telescope, il cui lancio è previsto nel 2021.

Guarda il breve video sul canale YouTube di Hubble: