Cosa è l’ECDL? – Patente Europea del Computer

Cosa è la Patente Europea del ComputerECDL?

La Patente Europea del Computer (ECDL), introdotta nel nostro paese dal 1997, ha avuto un grande successo. Infatti viene sfruttato sia come  strumento per introdurre le competenze digitali in ambito scolastico, sia come strumento di riconoscimento di competenze utili per il mondo del lavoro. Evidentemente in particolare nella pubblica amministrazione. In quindici anni, in Italia sono stati emessi oltre quasi 2.000.000 di diplomi ECDL e sono 2.876 i test center, centri per la formazione e per il rilascio della certificazione, presenti sul nostro territorio.

[ I Nostri CORSI ECDL ]

ECDL – Gli enti Coinvolti

AICA- Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico è l’ente che, facendo parte dell’organismo internazionale ECDL Foundation, è garante per l’Italia del programma ECDL, lo gestisce fin dalla sua nascita, accredita i test center, approva i materiali formativi digitali e cartacei dedicati al programma da editori e altri soggetti.

ECDL rappresenta a livello nazionale e internazionale lo standard riconosciuto per la computer literacy.

Lo scenario Digitale su cui si basa l’ECDL

ECDL - Patente Europea del Computer
ECDL – Patente Europea del Computer

Lo scenario digitale a livello mondiale è in profonda ristrutturazione. La straordinaria diffusione di dispositivi mobili, la possibilità di utilizzare applicazioni remote e di memorizzare anche i propri dati in rete, l’uso “sociale”
delle tecnologie hanno modificato le connotazioni dei principali attori del mercato e il loro modo di competere.

Quindi in questo grande cambiamento il CEPIS (Council of European Professional Informatics Societies), a livello europeo, e le associazioni come AICA, a livello nazionale, che sono fra gli osservatori più attenti delle evoluzioni tecnologiche e del loro impatto sulla società, assumono un ruolo molto importante, supportando l’intera società nella comprensione e nell’adozione “saggia” delle tecnologie informatiche.

Gli Obiettivi della ECDL

Dunque la Fondazione ECDL si pone l’obiettivo di favorire un uso competente delle tecnologie informatiche in tutto il mondo. Lo ha fatto rafforzando gli individui, le organizzazioni e l’intera società attraverso la diffusione di programmi di
certificazione di alto valore. Nel decennio scorso, l’oggetto principale di questo compito poteva abbastanza facilmente essere identificato nella conoscenza e nella capacità d’uso delle principali applicazioni d’ufficio.

Quindi le competenze digitali del futuro saranno sempre più variegate e flessibili di quelle attuali. Evidentemente queste riguarderanno la capacità di usare anche applicazioni semplici in modo disinvolto.

Effettivamente la società moderna ci conduce necessariamente all’apprendimento continuo e del lavoro. Infatti proprio grazie alle tecnologie mobili, non conosce più limiti precisi di spazio e di tempo. Anche le normative comunitarie e nazionali hanno recepito queste mutazioni. Il Quadro Europeo delle Qualifiche (EQF) è il riferimento per il mutuo riconoscimento delle competenze nel area comunitaria. Il Governo italiano ha recentemente definito le regole del sistema nazionale della certificazione di competenze, tra cui quelle digitali. In effetti l’Agenda Digitale, sostenuta dalla Commissione Europea, è una delle iniziative faro della strategia Horizon 2020. Infatti questa punta ad avvalersi delle tecnologie digitali per favorire innovazione, imprenditorialità, sviluppo economico e integrazione sociale.

IL PERCORSO DELLE COMPETENZE DIGITALI

Abilità Ecdl
Abilità Ecdl

Dunque con la crescita del livello di abilità, si procede lungo un percorso che parte dalla inclusione digitale fino a raggiungere la totale padronanza digitale. Quindi questo è il percorso delle competenze digitali. Qualunque sia il punto di
inizio su questo percorso, ECDL porta più lontano.

LE CARATTERISTICHE UNICHE DI ECDL

Inoltre proponiamo il valore internazionale garantito dall’uniformità di:

  1. Syllabus (competenze richieste)
  2. Question and Test Base (prove d’esame)
  3. Qualità
  4. Indipendenza: gli esami sono disponibili su piattaforme tecnologiche sia proprietarie che open.
  5. Concretezza e completezza dei contenuti sistematicamente allineati all’evoluzione tecnologica e alle esigenze del mondo del lavoro.
  6. Accessibilità “senza barriere” e con particolare attenzione alle fasce svantaggiate.
  7. Network: modello adottato in tutta Europa e nel mondo da organizzazioni no profit e a vocazione socialmente responsabile.
  8. Condivise dalle istituzioni di tutto il mondo.

Insomma un valore aggiunto alle proprie competenze che adesso viene certificato da enti internazionali e altamente qualificati.

Dunque Un’occasione unica per aggiungere un punto importante al nostro curriculum.

Condividici!