Netflix: sta per arrivare la serie Curon, ambientata in Alto Adige

La piattaforma di contenuti in streaming Netflix sta per lanciare la serie TV Curon, ambientata in Trentino Alto Adige. Si tratta di un supernatural drama in cui mistero, leggenda e realtà si fondono per dare vita ad un racconto capace di trasportare gli spettatori in un incredibile viaggio alla scoperta di sé stessi e della propria identità.

La data ormai è fissata, la serie TV arriverà nel mese di giugno insieme a tantissimi altri titoli, alcuni già anticipati qualche giorno fa. Più precisamente sbarcherà sulla piattaforma il prossimo 10 giugno 2020.

Netflix sta per lanciare la serie TV Curon

Ormai mancano davvero poche settimane all’arrivo della nuova serie sulla piattaforma e, di conseguenza, sono emerse anche trama e cast di quella che si annuncia come una delle serie più attese di questa estate. Il colosso ha pubblicato la data di uscita della serie ambientata, in quello che è uno dei luoghi più suggestivi dell’Alto Adige, il Lago di Resia, con il suo campanile che spunta dalle acque e che d’inverno, quando tutto si ghiaccia diventa uno degli scenari più fotografati in assoluto.

Come anticipato precedentemente, si tratta di un supernatural drama in cui mistero, leggenda e realtà si fondono per dare vita ad un racconto capace di trasportare gli spettatori in un incredibile viaggio alla scoperta di sé stessi e della propria identità. Attraverseremo un percorso in cui non tutto è come sembra; anche sotto la superficie di quello che conosciamo si nascondono inquietanti misteri, spiega Netflix.

La serie è prodotta da Indiana Production con head writer Ezio Abbate, celebre per aver lavorato alla sceneggiatura di Suburra – La Serie, la prima serie italiana targata Netflix. Al fianco di Abbate troviamo gli autori Giovanni Galassi, Ivano Fachin e Tommaso Matano. Nel cast troviamo anche Valeria Bilello, Luca Lionello, Federico Russo, Margherita Morchio, Anna Ferzetti e molti altri attori italiani.

Amazon: il deposito a Genova Campi sarà aperto in autunno

Il colosso di e-commerce Amazon ha recentemente confermato l’apertura in autunno del nuovo centro di smistamento previsto a Genova Campi, in provincia di Genova.

Questa struttura servirà anche una parte della provincia di Alessandria e La Spezia. Nell’arco di 3 anni il colosso dovrebbe creare 100 nuovi posti di lavoro. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

Amazon conferma l’apertura di un nuovo deposito di smistamento

Nonostante l’attuale emergenza sanitaria causata dal nuovo coronavirus, il colosso di Seattle ha recentemente confermato l’apertura del nuovo deposito di smistamento alla periferia di Genova. Secondo quanto spiegato, la nuova struttura sarà operativa a partire da autunno 2020 e servirà tutti i clienti della provincia di Genova e parte di Alessandria e La Spezia, come anticipato anche precedentemente.

Il deposito vanta 7 mila metri quadrati di spazio ed è stato realizzato nell’area di Campi. Il colosso guidato da Bezos ha intenzione di creare una trentina di posti di lavoro a tempo indeterminato. Il responsabile di Amazon Logistics in Italia, Gabriele Sigismondi ha spiegato: “in questo momento riteniamo ancora più importante del solito l’annuncio di un nuovo deposito di smistamento a Genova, per poter garantire ai clienti un servizio ancora più efficiente“.

Anche il Sindaco Bucci ha aggiunto la sua parte: “lo sbarco di Amazon è un risultato importante per tutta la città: si riqualifica un’area adiacente al torrente Polcevera, si crea un polo logistico molto importante e si creano nuovi posti di lavoro“. Secondo le ultime indiscrezioni è già possibile candidarsi per le posizioni manageriali, tecniche e di supporto attraverso la piattaforma Amazon Jobs.

Instagram: ora potete ordinare cibo direttamente dall’App

Il social network Instagram, per cercare di aiutare le piccole imprese in questo momento di grande difficoltà, permetterà d’ora in avanti di ordinare un pasto d’asporto, direttamente sulla propria applicazione.

La pandemia da nuovo coronavirus ha letteralmente messo alla prova moltissimi comparti produttivi, primi tra tutti sicuramente ristoranti e bar, che in questi giorni sono ancora chiusi. Scopriamo insieme tutte le novità.

Instagram permette ora di ordinare del cibo dalla propria applicazione

Per cercare di aiutare le piccole e medie imprese, il colosso Facebook ha annunciato recentemente queste nuove iniziative, proprio per permettere alle persone di sostenere e scoprire le piccole imprese italiane. L’acquisto può essere effettuato tramite il pulsante “Ordina cibo” nei profili dei ristoranti o l’adesivo “Ordini di cibo” nelle storie e la persona viene poi indirizzata al sito di partner esterni come Deliveroo e UberEats per l’Italia, che si occupano di pagamenti e consegne.

Anche in Italia è sbarcata la funzione con la quale le persone potranno accedere ai buoni regalo dei commercianti della loro città che partecipano all’iniziativa. Il tutto sarà visibile attraverso l’annuncio “Supporta le imprese locali” che compare nel feed di Facebook. Il pagamento dei buoni regali e dei voucher verrà anch’esso effettuato attraverso siti partner.

Un altro strumento pensato per le piccole e medie imprese è quello relativo alla raccolta fondi che permette di avviare un fundraising su Facebook, condivisibile anche su Instagram, per sostenere la propria attività e chiedere supporto ai clienti più fedeli. Inoltre, grazie a un nuovo sticker sarà più semplice per gli utenti mostrare il proprio supporto alle imprese del territorio.

Non dimentichiamo il supporto dato da Facebook all’iniziativa “il negozio più vicino“, promossa anche da Gruppo Giovani di Confcommercio-Imprese per l’Italia. Stiamo parlando di una piattaforma che mette in luce tutti i piccoli esercizi di vicinato e la loro offerta, ordinandoli per tipologia, per località e per zona e offrendo all’acquirente la possibilità di contattarli facilmente e vedersi recapitare gli acquisti a domicilio.

Esselunga strepitosa: il volantino nasconde offerte bellissime

esselungaUltimi giorni di validità per un ottimo volantino Esselunga in grado di convogliare al proprio interno un’accoppiata di offerte da far girare la testa anche all’utente più esigente, da un lato per la possibilità di acquistare un grande prodotto al giusto prezzo, dall’altro proprio per l’economicità delle soluzione ideata dall’azienda.

Prima di raccontarvi nel dettaglio la promozione, è bene ricordare che il volantino corrente risulta essere disponibile solamente nei punti vendita in Italia, non sul sito ufficiale dell’azienda. Tutti i prodotti acquistabili sono commercializzati comunque con garanzia di 24 mesi, da esercitare sempre in negozio, e possibilità di fruirne in versione completamente sbrandizzata.

Per conoscere nel dettaglio le nuove offerte Amazon e scoprire anche i migliori codici sconto gratis, ISCRIVETEVI al nostro canale Telegram.

Volantino Esselunga: le offerte sono davvero incredibili

Le offerte del volantino Esselunga iniziano con una proposta davvero molto interessante, il Samsung Galaxy S10 599 euro. L’attrattiva di un modello dello scorso anno, ne siamo consapevoli, non è particolarmente elevata, però il suo acquisto lo possiamo consigliare a chi non vuole spendere troppo ed allo stesso tempo mettere le mani su un dispositivo “famoso” e dal grande appeal.

Esattamente all’opposto di quanto abbiamo appena raccontato troviamo l’altra promozione, mirata sulla TV Led di marca United con dimensione pari a 24 pollici. In questo caso l’utente dovrà pagare solamente 89 euro per acquistare un modello non di qualità elevata, ma già compatibile con il nuovo standard DVB T2.

Tutti i dettagli delle offerte discusse nel nostro articolo sono disponibili nei negozi, ricordando comunque che il volantino è in scadenza il 13 maggio 2020.

Fortnite: ecco i trucchi usati dagli esperti per vincere le partite

trucchi FortniteEpic Games banna gli utenti che usano trucchi Fortnite per avere la meglio sugli avversari dell’isola. Ad ogni modo nulla vieta di sfruttarne alcuni legali già in uso dai cosiddetti Pro Gamer. Se siete dei fan accaniti del gioco avrete sicuramente sentito parlare di Ninja, Tfue e Cloakzy. Sono in assoluto i migliori giocatori della Battaglia Reale. Seguendo alcuni loro consigli sarà possibile prevalere sugli avversari senza il rischio di essere espulsi dall’area. Ecco la novità che tutti aspettavano.

Fortnite: ecco i trucchi migliori per non farsi uccidere in Battaglia

Siamo noi contro 99 giocatori che atterrano sull’isola del Capitolo 2 di Fortnite. Non è facile vincere la sfida visto che arrivano proiettili da tutte le parti. Trovata un’arma potremmo essere pronti a fare fronte alle insidie create dagli avversari e dagli Agenti con trappole ed armi speciali. Ma spesso si arriva secondi o peggio ultimi in classifica. Con questi comandi speciali da utilizzare tramite una riconfigurazione della tastiera del PC potremmo avere una possibilità in più per ottenere la Vittoria Reale. Ecco quelli usati dai campioni.

Comandi Fortnite Ninja

  • Strumento raccolta: 1
  • Slot arma 1: 2
  • Slot arma 2: 3
  • Slot arma 3: 4
  • Slot arma 4: Z
  • Slot arma 5: X
  • Muro: Tasto del mouse 4
  • Pavimento: Q
  • Scale: Tasto del mouse 5
  • Tetto: Shift sinistro
  • Modifica/Edit: F
  • Usa: E

Comandi Tfue

  • Strumento raccolta: 1
  • Slot arma 1: 2
  • Slot arma 2: 3
  • Slot arma 3: 4
  • Slot arma 4: 5
  • Slot arma 5: 6
  • Muro: R
  • Pavimento: E
  • Scale: Q
  • Tetto: Tasto del mouse 5
  • Modifica/Edit: Tasto del mouse 4/ V/ rotellina del mouse verso l’alto
  • Usa: Rotellina del mouse verso il basso

Comandi Cloakzy

  • Strumento raccolta: 1
  • Slot arma 1: 2
  • Slot arma 2: 3
  • Slot arma 3: 4
  • Slot arma 4: X
  • Slot arma 5: Z
  • Muro: Tasto del mouse 4
  • Pavimento: F
  • Scale: Tasto del mouse 5
  • Tetto: V
  • Modifica/Edit: G / Rotellina del mouse verso l’alto
  • Usa: E

Recensione OnePlus 8: esattamente il dispositivo che ci aspettavamo!

Design e Materiali

blank

Rispetto alla precedente generazione perde un po’ di curve e guadagna la nuova colorazione Glacial Green(oltre alla Onyx Black e alla Interstellar Glow) in finitura opaca Matte AG che non trattiene le ditate.

Al posteriore abbiamo il nuovo logo e il rinnovato font della scritta OnePlus. Rimane l’apprezzato selettore fisico zigrinato delle modalità sonore. Bordi in alluminio, display curvo all’anteriore con forellino in alto a sinistra per la camera anteriore. Il sensore biometrico è sotto il display ed è velocissimo e preciso.

Display e Hardware

Siamo di fronte ad un bellissimo Fluid Amoled da 6.55″ con 90 Hz di refresh rate, in formato 20:9 con supporto HDR 10 plus. Ci ha stupito molto l’accuratezza dei colori, tarata con cura ancora maggiore delle precedente generazioni. Contrasti decisi, ottimi angoli di visione e ottima leggibilità sotto al sole grazie alla luminosità di picco di 1000 nits. Abbiamo apprezzato molto anche la presenza del filtro per proteggere gli occhi dall’affaticante luce blu, con tanto di certificazione SGS Eye Care Display.

Le prestazioni sono da sempre un tratto distintivo di OnePlus e quindi sotto al cofano troviamo il potente Snapdragon 865 con modem 5G, 8/12 Gb di ram DDR4 e memoria ROM UFS 3.0 da 128/256 Gb.

Davvero degno di nota il feedback aptico, migliorato rispetto alla serie precedente.      Audio Stereo potente e corposo grazie al doppio speaker con supporto Dolby Atmos .

Batteria da 4300 mAh che regala abbondante autonomia, supporta la ricarica rapida Warp. A completare la dotazione abbiamo Bluetooth 5.1, NFC e Type-C 3.1.

Esperienza d’uso e software

blank

È velocissimo, nonostante manchino le costose DDR5 , grazie alla OxygenOS sempre fluida e ottimizzata. L’esperienza d’uso è sempre appagante, priva di impuntamenti o indecisioni. Tutti i giochi girano fluidissimi con i dettagli al massimo, senza scaldare mai.

L’OS è basata su Android 10 e mantiene le personalizzazioni tipiche dei dispositivi OnePlus con l’aggiunta dei nuovi Dinamic Wallpapers, che cambiano in base alle previsioni meteo. Aggiornata anche la Dark Theme che ha esteso la sua compatibilità con le varie applicazioni.

Fotocamere

blank

Fotocamera a semaforo nella parte centrale con sensore principale IMX586 di Sony da 48 MP, IMX471 per la grandangolare da 116° e 16 MP ed infine 2 MP per la macro. Non stravolge la precedente generazione ma introduce piccoli miglioramenti e piccole chicche come la modalità Super Macro per ottenere scatti ravvicinati davvero ottimi.

Nonostante non sia aggiornatissimo dal punto di vista hardware il comparto fotografico regala scatti ricchi di dettaglio e dall’inedita fedeltà cromatica, una Night Mode rinnovata con una gestione delle ombre fenomenale che ci fa capire quanto la qualità degli scatti dipenda molto da una buona ottimizzazione degli algoritmi e non solo dalla componentistica.

I video (qui le nostre registrazioni), registrabili fino a 4K sia 30 che 60 fps, sono stabilizzati sia otticamente che elettronicamente e le inquadrature risultano sempre ferme e di qualità.

Conclusioni

OnePlus lancia un dispositivo che non stravolge ma affina l’esperienza utente che negli è sempre stata sopra la media dei competitors. Il rapporto di forma è comodissimo per l’uso e nonostante la diagonale ampia è utilizzabile e trasportabile senza preoccupazioni.

Probabilmente si sarebbe potuto fare di più per differenziarlo dalla OnePlus 7T, ma le differenze con il OnePlus 8 Pro sarebbero state forse troppo risicate.

OnePlus 8

719.00

OnePlus 8

Design e Display

8.5/10

Prestazioni

9.0/10

Fotocamera

8.5/10

Batteria

9.0/10

Prezzo

8.0/10

Pro

  • Fluidità e velocità
  • Display
  • Usabilità ad una mano

Contro

  • Poche differenze da OnePlus 7T

Twitter lancerà presto una funzione molto attesa su iOS

Secondo le ultime indiscrezioni, sull’applicazione del social network Twitter, dedicata agli utenti che utilizzano il sistema operativo iOS, sta per sbarcare una nuova funzione.

Quest’ultima permetterà di seguire più facilmente le conversazioni in corso sulla piattaforma. Attualmente la nuova feature sembrerebbe in fase di test solamente per pochi utenti.

Twitter lancerà presto una funzione molto attesa su iOS

Presto tutti gli utenti che utilizzano il sistema iOS avranno meno difficoltà ad utilizzare l’applicazione Twitter, grazie ad una nuova funzionalità che permetterà di capire subito quali retweet sono stati commentati e quali non lo sono stati. Un modo, più precisamente, per seguire molto più facilmente le conversazioni sulla piattaforma. Come anticipato poco fa la funzione è ora in fase di test per pochi utenti ma se non dovessero scovare bug o malfunzionamenti, potrebbe essere rilasciata presto la versione stabile.

Nel dettaglio, grazie ad una scheda dedicata, l’utente dovrebbe essere in grado di guardare quanti retweet di un determinato post sono stati successivamente commentati e quali invece no. In questo modo quindi, sarà possibile tenere sotto controllo l’evoluzione di una conversazione, andando a verificare eventuali commenti non direttamente visibili dal tweet originale.

La feature potrebbe ovviamente rivelarsi molto utile, soprattutto se teniamo in considerazione che uno dei principali problemi della piattaforma è proprio questo, ovvero che ci si può facilmente perdere tra tweet, retweet e commenti. Per il momento non conosciamo ulteriori dettagli, ma non ci resta che attendere ancora qualche giorno per scoprire maggiori dettagli o magari per trovarci la nuova versione direttamente su Apple Store.

SIM clonate: arriva l’ennesima truffa che colpisce gli italiani dai social

sim-clonate

Al giorno d’oggi, con lo sviluppo veloce dei social e delle sue funzioni, c’è da preoccuparsi. Sembra che si debba aver paura di navigare in maniera eccessivamente libera sui social, in quanto questi, come per esempio Facebook, Twitter, Instagram, e similari, possono essere il luogo migliore per subire una truffa.

Se ci pensate bene, ogni giorno rilasciamo ingenuamente milioni di informazioni che ci riguardano e che possono essere utilizzate contro di noi.

È proprio così che nasce infatti la truffa della scheda telefonica. Il malfattore sceglie la sua preda perfetta da cui prelevare informazioni fondamentali e da queste elabora delle SIM clonate.

SIM clonate: ecco come i malfattori riescono a prelevare i vostri dati 

Una volta ottenuti password, codici o documenti, il ladro del web potrà addirittura effettuare una richiesta di sostituzione della SIM a nome vostro. Successivamente chiederà di far giungere la nuova scheda a casa propria.

Se la banca non avesse bisogno di codici PIN o verifiche sull’identità della persona in questione, il criminale potrebbe riuscire nel suo intento e accedere, di conseguenza, alla vostra SIM.

Solitamente la preda capisce che qualcosa non va nel suo smartphone perché la SIM cesserà di funzionare dichiarandosi non attiva. Se questo però non dovesse succedere, il malfattore continuerà indisturbato la sua impresa.

Egli passerà all’ormai conosciuto phishing. Tramite questo invierà un messaggio alla vostra posta elettronica fingendosi un’azienda di riferimento e cercherà di convincervi ad aprire un link allegato dal quale potrà rubarvi tutte le credenziali e infine, svuotare il vostro conto corrente.

Amazon: smartphone e mascherine a prezzi stratosferici solo oggi

Amazon: smartphone e mascherine a prezzi stratosferici solo oggi

Amazon ha ripristinato tantissime offerte e sta ripartendo pian piano con i suoi corrieri. Ci sono soluzioni che comprendono l’elettronica ma è ancora alta l’attenzione degli utenti in merito al mondo dei beni di prima necessità, i quali sono disponibili in ampie quantità.

Per avere tante offerte ogni giorno con tanti codici sconto, vi consigliamo di iscrivervi al nostro canale Telegram ufficiale. Clicca qui per entrare.

Amazon: arrivano le migliori offerte di oggi, ecco i prezzi

Mark Zuckerberg esprime le proprie paure riguardo ai server Facebook

Nelle ultime settimane, come ben saprete, il traffico di chiamate e messaggi sull’applicazione di messaggistica istantanea WhatsApp e Messenger è più che raddoppiato solamente in Italia.

Il traffico è aumentato anche negli altri Paesi del mondo, quelli maggiormente colpiti dall’epidemia da nuovo coronavirus. Ora Mark Zuckerberg ha espresso delle preoccupazioni riguardanti i server della piattaforma.

Mark Zuckerberg preoccupato per i server Facebook

Il proprietario di Facebook, che ha acquisito qualche anno fa le due precedenti società, all’interno di una conferenza telefonica con un gruppo ristretto di giornalisti qualche giorno fa, ha espresso la sua preoccupazione riguardante i server di Facebook, nonostante abbia già raddoppiato la loro capacità qualche settimana fa.

Ecco le sue parole: “Non siamo ancora di fronte a una epidemia massiccia nella maggioranza dei paesi del mondo. Ma se si arrivasse a questo, dobbiamo attrezzare le nostre infrastrutture per riuscire a sostenere il picco di traffico, per essere sicuri che non vadano in tilt. In Italia il traffico su Whatsapp è ben oltre il picco che di solito si raggiunge a Capodanno e lo è in modo sostenuto nel tempo“.

Ha anche aggiunto che l’unica sfida è quella di riuscire a sostenere questo andamento per chissà quante altre settimane. I tecnici che si occupano dei server e della sicurezza continuano a recarsi al lavoro tutti i giorni, perché svolgono un lavoro fondamentale nella gestione di questa emergenza. Zuckerberg al resto dei dipendenti ha invece chiesto di lavorare da casa. Non possiamo fare altro che attendere ancora qualche giorno, sperando che la situazione migliori più in fretta possibile.